Nell’operatività del modello formativo, i percorsi didattico-educativi vengono strutturati nei laboratori, luoghi di sviluppo del sapere, ambienti attrezzati che stimolano la partecipazione attiva e la costruzione di uno stile individuale di apprendimento. Negli “spazi del fare” infatti si esplora l’interesse per la scoperta potenziando la capacità di problem-solving e, cooperando con gli altri nel lavoro di gruppo, si permette la sperimentazione di sé nell’acquisizione delle abilità prosociali.

L’uso e la manipolazione di materiali di diverso tipo (sabbia, argilla, legno etc) permette al bambino di conoscere un’ampia gamma di emozioni, attivando concetti come immaginazione, fantasia, creatività, responsabilità, fiducia.

Tutte le attività di laboratorio vengono svolte in piccoli gruppi (dai cinque agli otto bambini) per permettere l’acquisizione di apprendimenti mirati nello sviluppo delle potenzialità di ogni bambino.

After you have typed in some text, hit ENTER to start searching...